Mappe del radon nel Nord America

Mappe del radon nel Nord America. Questa scheda vuole raccogliere, per quanto è stato possibile trovare, le mappe di inquinamento radon negli stati del Nord America: Canada, U.S.A. e Messico.

 

 

Mappe del radon nel Nord America – Stati Uniti d’America

 

Riportiamo la situazione dal sito dell’EPA (Environmental Protection Agency) statunitense:

Mappa di EPA degli Stati Uniti d'America con le caratterizzazione dell'inquinamento da radon nei vari stati indicato per le singole Contee.

Le mappe dell’EPA sono interattive e permettono la raccolta di informazioni dettagliate e di visualizzare mappe locali.

EPA stima che ogni anno muoiano negli USA circa 21’000 persone per cancro polmonare indotto da Radon

Il limite di legge negli USA per l’inquinamento indoor da radon è di 4 [pCi/l] che corrisponde a 148 [Bq/m3]; perciò più basso che negli altri paesi occidentali.

Le mappe dell’EPA caratterizzano le singole contee con tre differenti colori. Infatti con il rosso quelle il cui livello medio di inquinamento indoor supera il limite soprascritto (Zona 1), con il marrone quelle che si collocano tra 2 e 4 [pCi/l] (Zona 2), con il giallo quelle che sono sotto i 2 [pCi/l] (Zona 3).

Purtroppo la logica di caratterizzare il territorio con queste sole tre zone, collocate nella parte inferiore della statistica dell’inquinamento, esclude la possibilità di conoscere l’esatta situazione nelle aree veramente a più alto rischio, cioè da 4 [pCi/l] in poi fino alle decine di [pCi/l], come invece si fa altrove, ad esempio, in Canada.

Inoltre, come è scritto sul sito, il proposito delle mappe è di assistere le organizzazioni locali e statali nel traguardare l’utilizzo delle risorse e di sostenere le regole edilizie in proposito.
Le mappe non hanno perciò lo scopo di determinare se un singolo edificio in una certa contea debba essere controllato o meno per l’inquinamento da radon. Infatti abitazioni con elevati livelli di inquinamento sono state trovate in tutte e tre le zone, indipendentemente dalle loro classificazioni.
Pertanto tutte le abitazioni dovrebbero essere comunque verificate senza tener conto della collocazione geografica.
EPA raccomanda infine che le mappe siano accompagnate da ogni altro dato disponibile sul posto per incrementare la conoscenza del potenziale rischio da radon nelle specifiche aree.

Analizziamo adesso i singoli stati degli U.S.A..

1) California e Nevada

California e Nevada

 

2) Washington e Oregon

Washington e Oregon

 

3) Arizona, New Mexico, Oklahoma e Texas

Arizona, New Mexico, Oklahoma e Texas

 

4) Idaho, Montana e Wyoming

Idaho, Montana e Wyoming

 

5) Utah e Colorado

Utah e Colorado

 

6) Arkansas, Louisiana e Mississippi

Arkansas, Louisiana e Mississippi

 

7) North Dakota, South Dakota, Nebraska e Kansas

North Dakota, South Dakota, Nebraska e Kansas

 

8) Minnesota e Yowa

Minnesota e Yowa

 

9) Wisconsin e Michigan

Wisconsin e Michigan

 

10) Illinois, Indiana, Ohio e Kentucky

Illinois, Indiana, Ohio e Kentucky

 

11) Missouri

Missouri

 

12) Tennessee

Tennessee

 

13) Alabama, Georgia e South Carolina

Alabama, Georgia e South Carolina

 

14) Florida

Florida

 

15) North Carolina

North Carolina

 

16) West Virginia

West Virginia

 

17) Virginia, District of Columbia, Maryland e Delaware

Virginia, District of Columbia, Maryland e Delaware

 

18) Pennsylvania

Pennsylvania

 

19) New Jersey

New Jersey

 

20) New York, Connecticut, Rhode Island, Massachusetts, Vermont e New Hampshire

New York, Connecticut, Rhode Island, Massachusetts, Vermont e New Hampshire

 

21) Maine

Maine

 

22) Alaska

Alaska

 

23) Hawaii

Hawaii

 

 

Mappe del radon nel Nord America – Canada

 

Nel 2008 il Canada ha ridotto il limite massimo accettabile per la concentrazione del radon indoor da 800 [Bq/m3] a 200 [Bq/m3]. Per indoor si intende una qualsiasi area di normale occupazione (con una presenza maggiore di 4 ore giornaliere).

I valori medi indoor nel paese sono dichiarati (nel 2013) essere pari a 83 [Bq/m3].
Qui si possono trovare le linee guida canadesi.

 

Mappe del radon nel nord america - Canada

 

Dettagli e maggiori informazioni si trovano nel rapporto “Cross-Canada Survey of Radon Concentrations in Homes” pubblicato nel 2012 dal Ministero della salute canadese (Health Canada).

 

 

 

Mappe del radon nel Nord America – Messico

 

Mappe del radon nel nord america - Tabella con i valori di inquinamento da radon indoor nei paesi OCSE

 

 

 

 

 

 

Dalla tabella riportata a fianco si ricava innanzitutto che il Messico è classificato come il paese dell’OCSE con maggiore concentrazione media indoor di radon.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Campagna di misura anni ’80 di Città del Messico

Una delle prime campagne di misura fu eseguita più di trenta anni fa e riguardò la sola capitale Città del Messico.

Da quanto risulta dal documento “Radon Levels inside Residences in Mexico City” conclusivo del lavoro fatto.

la ricerca, finanziata dal U.S. Department of Energy, avviene alla fine degli anni ’80, e coinvolge un numero ridotto, meno di cento, di abitazioni moderne e coloniali a Città del Messico (su un totale di 2,5 milioni di edifici in tutto il paese tra la capitale e gli altri 31 stati). Le conclusioni sinteticamente sono:

– i livelli di inquinamento sono superiori a 175 [Bq/m3] nella parte sud e più moderna della città e invece inferiori a 150 [Bq/m3] nella parte centrale e più vecchia della città; tale differenza è ritenuta derivare da differenze nella geologia del suolo;

– la diminuzione della concentrazione di radon al passaggio tra l’inverno e la primavera è di solo il 30 %; questo è comprensibile se si ricorda che per ragioni climatiche non vi è praticamente necessità di impianti di riscaldamento durante la stagione fredda; analogamente è abitudine tenere le finestre aperte per quasi tutto l’anno;

– si rileva una diminuzione del 50 % della concentrazione tra piani terra e quelli superiori;

– la causa principale dell’inquinamento è ritenuta l’esalazione del radon dal suolo ma anche quella dai materiali edili di costruzione di provenienza locale;

– probabile concausa della concentrazione del radon in inverno è il notevole inquinamento dell’aria cittadina.

 

Mapping of residential radon in the world” di Jan M. Zielinski della Università di Ottawa, del maggio 2014

Più recentemente dal documento citato nel titolo e scaricabile dal seguente link si ricava, alla pagina 31, una mappa interattiva del R. Samuel McLaughlin Centre: Google Earth Dynamic Maps del radon. Utile per l’analisi della situazione della concentrazione del radon nei continenti e nelle singole nazioni del globo e non solo per le mappe del radon nel nord America.

Questo è il link della mappa interattiva rappresentativa di tutto il mondo aggiornata con i dati al 2007.

 

Arithmetic Mean Radon Level by Country dal sito del R. Samuel McLaughlin Centre

Interagendo con la mappa si possono esaminare le situazioni dei singoli paesi.

 

Per il Messico si trova la seguente mappa (UNSCEAR – 2006 survey)

 

 

Mappe del radon nel nord america - Indoor Radon Level Map in Mexico

 

La mappa rappresenta i dati al 2002 che riassume la situazione esattamente con i dati riportati nella prima tabella, cioè una media aritmetica di 140 [Bq/m3] ed una media geometrica di 90 [Bq/m3].
Il massimo valore rilevato è stato di 1193 [Bq/m3]. Sono anche riportati i risultati di una serie di singole località, tra cui Città del Messico dove però stavolta si riscontra la media aritmetica di 41,1 [Bq/m3] ottenuta analizzando 1400 edifici: il massimo raggiunto è di 296 [Bq/m3]. La città metropolitana ha invece un valore medio è di 88 [Bq/m3] ed il massimo di 300 [Bq/m3].

Altre pubblicazioni relative alla concentrazione di radon nella capitale messicana danno valori diversi: maggiori e minori di quelli sopra riportati.

Va infine osservato che in Messico, la concentrazioni del radon nelle case, negli edifici e nei luoghi di lavoro non sono misurate ufficialmente, in quanto non vi sono regolamenti delle autorità competenti o regolamenti nazionali.

 

*****************************

 

Si ricorda per inciso che nel nostro sito, oltre che le mappe del radon nel nord America, è presente un testo informativo contenente la situazione dell’inquinamento in Italia, analizzata in generale e per singole regioni, con le metodologie, i risultati e le conclusioni delle varie campagne di misura.